Ultima modifica: 27 Gennaio 2019
Convegno ITT “Nervi-Galilei” con ConfCommercio sul tema “La nuova fatturazione elettronica”

Convegno ITT “Nervi-Galilei” con ConfCommercio sul tema “La nuova fatturazione elettronica”

In data 21 gennaio 2019, nell’androne dell’Itg Nervi, si è tenuto il Convegno sulla “Fatturazione Elettronica”, organizzato dall’ITT “Nervi-Galilei” e che ha visto la partecipazione, come relatori ed esperti,  dei referenti locali e provinciali della ConfCommercio, rispettivamente dott.ssa T. Massaro e dott.ri Volpicella e Fusco. Questi hanno illustrato e spiegato tutte le novità e le procedure previste dalle nuove norme in materia.

Infatti, come è noto, dal mese di gennaio 2019 è in vigore la fatturazione elettronica. Tutti i titolari di partita Iva dovranno effettuare le proprie fatture sul web e farle transitare dall’Agenzia delle Entrate.
L’obiettivo dichiarato è quello di impedire le false fatturazioni e recuperare gettito sottratto alle casse del Fisco.La fatturazione elettronica è un sistema che coinvolge diversi attori: ilfornitore o ilsuo intermediario, il Sistema di Interscambio nazionale (SDI) e la Pubblica Amministrazione destinataria della fattura.
Per prima cosa la Pubblica Amministrazione soggetta all’obbligo di fatturazione elettronica, deve comunicare al proprio fornitore un codice univoco, composto da lettere e numeri, detto codice ufficio per la fatturazione elettronica. Questo codice deve essere riportato nella fattura elettronica insieme a Partita IVA, indirizzo, data del documento e tutti gli altri dati rilevanti ai fini fiscali. Una volta compilata, la fattura deve essere firmata digitalmente dal soggetto emittente. Questo garantisce la PA sull’origine di emissione della fattura elettronica.
Una volta firmata, la fattura transita dal Sistema di Interscambio, che per legge è il punto di passaggio obbligato per tutte le fatture emesse verso la PA. Il Sistema di Interscambio ha il ruolo di snodo tra gli attori interessati e ha il compito di verificare che il formato del documento ricevuto sia corretto e che i dati inseriti siano completi.
Dopo accurati controlli, grazie all’indicazione del codice univoco riportato proprio sulla fattura elettronica, il Sistema di Interscambio provvede a inviarla alla Pubblica Amministrazione destinataria che, solo dopo le necessarie verifiche, può quindi procedere al pagamento del proprio fornitore.

All’evento hanno partecipato con notevole interesse, vari docenti, alunni delle classi quinte e molti operatori dei settori commerciali e produttivi della città, data l’importanza e l’utilità dell’argomento.

N.V.

Condividi questo contenuto dell'IISS "Nervi-Galilei" quì: Share on Facebook
Facebook
0Share on LinkedIn
Linkedin
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email
Print this page
Print